Back

Animavì Festival 2019: il programma del festival dell’animazione poetica e d’autore

Dal 10 al 14 luglio torna a Pergola Animavì Festival, il festival d’animazione poetica e d’autore diretto da Simone Massi. Quest’anno il Bronzo dorato alla carriera andrà al regista statunitense Jim Jarmush.

Concorso ufficiale, proiezioni, mostre, dibattiti, workshop e il consueto Fuori Festival caratterizzeranno la manifestazione.

Il direttore artistico Simone Massi, regista, animatore e illustratore di Pergola commenta così la presenza di Jim Jarmusch “ha accettato di venire a Pergola, ad Animavì. Già questo sembra incredibile, uno scherzo, invece è vero. Ogni anno partiamo con grande umiltà, dicendoci la verità, cioè che siamo piccoli e che non è possibile ripetere il livello dell’edizione precedente. Eppure, in qualche modo, ci riusciamo. Kusturica, Sokurov, Wenders e adesso Jarmusch. Senza proclami, senza trionfalismi di sorta, ma con la consapevolezza che stiamo facendo qualcosa di importante per la nostra terra”. E ricorda che l’edizione di quest’anno è dedicata all’amico Ezio Spallacci, contadino e membro del comitato d’onore di Animavì, che ci ha da poco lasciati.

Il manifesto del festival è stato creato da Jerzy Kucia, regista, sceneggiatore, disegnatore, animatore e produttore di film d’animazione, artista grafico e pittore, oltre che professore universitario e a capo dell’International Krakow Animated Film Workshops

I principali appuntamenti di Animavì Festival:

Alle cinque giornate di luglio, andranno ad aggiungersi altre due date che vedranno protagonisti due giganti del cinema. All’attore Toni Servillo il 21 settembre al teatro di Cagli sarà consegnato il Bronzo dorato all’arte attoriale; mentre al regista statunitense Jim Jarmusch andrà il Bronzo dorato alla carriera, dopo essere stato conferito nelle scorse edizioni a Kusturica, Sokurov e Wenders. Luogo e data sono da definire. Il Bronzo dorato è il prezioso trofeo artistico simbolo del festival che riproduce la testa di uno dei due cavalli del celebre gruppo bronzeo di epoca romana custodito nel museo di Pergola.

Due eccellenze, Servillo e Jarmusch, punte di diamante di un programma pronto a decollare subito con altri ospiti che riempiono d’orgoglio gli organizzatori: Valerio Mastandrea, Jerzy Kucia, Dario Brunori, Mimmo Cuticchio, Zen Circus, Valentina Carnelutti, Dario Zonta, Maria Antonietta.

I concorsi
L’appuntamento più importante del Festival è il concorso internazionale. Partecipano al concorso i migliori film di animazione di genere poetico-artistico. Un’autorevole giuria di livello internazionale decreta il vincitore del festival Animavì. E’ composta da Dario Brunori, cantautore e produttore discografico italiano; Jerzy Kucia, regista, sceneggiatore, disegnatore, animatore e produttore di film di animazione; Mimmo Cuticchio, cantastorie, attore e regista teatrale italiano, erede della tradizione siciliana dei Pupi.
I 16 film selezionati provengono da 11 diverse nazioni e verranno proiettati nelle giornate di mercoledì 10 e giovedì 11 luglio nel giardino di Casa Godio, a Pergola.
Al concorso internazionale si affianca il concorso dedicato agli studenti della scuola del libro di Urbino. Le opere dei sei allievi selezionati saranno mostrate durante il festival e il vincitore sarà decretato da una giuria composta da Luca Raffaelli, Emanuela Orciari e Mara Cerri.

Il programma
Ricco e variegato il programma, tra incontri, approfondimenti, proiezioni, premiazioni, musica, mostre, masterclass. Le cinque serate (inizio ore 20.45) andranno in scena nella splendida cornice di Casa Godio, mentre ad ospitare l’evento speciale di venerdì 12 sarà il suggestivo anfiteatro romano di Suasa. Tutte le serate saranno condotte da Luca Raffaelli, giornalista, saggista e sceneggiatore italiano esperto di fumetti e animazione.
Si parte mercoledì 10 con l’incontro ‘Dialogo sul cinema d’animazione’, a cura di Film TV, al quale interverranno Simone Massi, Luca Raffaelli, Jerzy Kucia e gli autori in concorso.
La serata di giovedì sarà un tributo a Mimmo Cuticchio, a cui verrà consegnato il Bronzo Dorato all’arte teatrale. Tra gli ospiti Livio e Manfredi da Bisaccia, al confine tra Puglia e Basilicata, con il loro sound ‘indescrivibile’, come lo definiscono, che racconta quella terra.

Una delle grandi novità della quarta edizione è in programma venerdì. Alle 18, in uno dei luoghi più affascinanti del territorio, l’anfiteatro romano di Suasa, l’evento speciale ‘Aspettando la rivoluzione’ che vedrà ospiti Valerio Mastandrea, gli Zen Circus, Maria Antonietta e alcune band del territorio e non solo. Un momento di dialogo e festa tra gli ospiti del Festival, un incontro con il pubblico dal format tutto nuovo dedicato a quella rivoluzione culturale tanto attesa da questa generazione di artisti e che sembra però non arrivare mai.
Al tramonto l’incontro con Mastandrea, quindi il breve showcase acustico degli Zen Circus e l’esibizione di Maria Antonietta. Saliranno sul palco anche The Fottutissimi, Acquaramata, Ambo i lati e Livio e Manfredi.
Alle 21.15 ci si sposterà al giardino di Casa Godio per una serata dedicata a Jerzy Kucia che riceverà il Bronzo dorato all’arte animata. Tra gli ospiti Livio e Manfredi e Valentina Carnelutti.
Protagonista dell’incontro di sabato Mastandrea, l’attore e regista romano, 10 volte candidato e ben 4 volte vincitore dei David di Donatello. Sarà premiato con il Bronzo dorato all’arte attoriale. La serata vedrà la partecipazione speciale di Dario Zonta. Interverranno, tra gli altri, il poeta Andrea Melis, Livio e Manfredi e Valentina Carnelutti.
Gran finale domenica: ospite Dario Brunori, a cui verrà conferito il Premio Ars Animae. Durante l’incontro verranno proiettati alcuni lavori di Filippo Biagianti, quindi film vincitori dei concorsi. A conclusione della serata le premiazioni.

Gli incontri serali ma anche tantissimo altro, come sottolinea il direttore organizzativo Mattia Priori: “Anche quest’anno abbiamo deciso di aggiungere nuove date speciali alle serate già pianificate per le proiezioni del concorso internazionale. Appuntamenti e incontri non solo a Pergola perché per Animavì il territorio è di enorme importanza. Il festival cerca un dialogo tra la terra, gli artisti, il cinema e gli abitanti del luogo come spunti di riflessione e creatività.

All’anfiteatro di Suasa una grande novità, all’ora del tramonto, con ospiti speciali gli Zen Circus a duettare con Valerio Mastandrea, Maria Antonietta ed altri protagonisti, in un pomeriggio dedicato a quella rivoluzione culturale tanto attesa ma che sembra non arrivare mai. Comunicheremo a breve invece le date nelle quali sarà presente Jarmusch. Come a Kusturica, Sokurov e Wenders dedicheremo delle giornate speciali. Tanti workshop, masterclass, e soprattutto un secondo schermo cinema permanente al teatro Angel dal Foco di Pergola con proiezioni gratuite pomeridiane tutti i giorni. Ricchissimo anche il Fuorifestival che ricordiamo è ad accesso gratuito, una festa nella festa con un piccolo stage nel quale si susseguiranno band, interviste e presentazioni”.

Fuorifestival

Durante le giornate del festival gli ospiti potranno intrattenersi presso l’area Fuorifestival allestita nelle vicinanze dei luoghi principali dell’evento. È possibile degustare tipicità locali, rilassarsi tra amici, aspettando l’ora dello spettacolo.

Mercoledì 10 – ore 18:30: Angelo Verdini presenta il libro Le Nespole e la canaglia

Giovedì 11 – 18:30: Pietro Elisei presenta il libro La Tana

Venerdì 12 – 23:30 Dj Set

Sabato 13 – 18: Ambo i lati. L’incredibile street sound del duo romano. 23:30: Dj Set

Domenica 14 – 18: Acquaramata. La genuina ironia ed irriverenza della band già ben nota al pubblico di Animavì. 23:30: Dj Set

Tutti i giorni – Un giorno ad Animavì: Interviste con gli ospiti del giorno. Conducono Mattia Ferri e Luca Petinari by PRIMO multimedia platform.
Food & drinks dalle ore 18: Il Furgoncino, La Polpetteria, Il Miele Di Duccio, Extra Boccio, Birrificio La Castellana, Cantina Terracruda.

Aggiungi un commento